I piani del week end 29/10 – 2/11

Il periodo dell’anno che va dal 29 ottobre al 2 novembre è in assoluto il mio preferito e questo per un motivo ben preciso: si tratta del ponte della festa dei morti (come diciamo noi in Puglia), una festività molto sentita e festeggiata, per quanto i non nativi del posto possano trovarla macabra e poco gioiosa. Da diversi anni non riesco mai ad essere a casa dei miei per una serie di sfortunati eventi, ma quest’anno la congiunzione astrale è stata a me favorevole e quindi eccomi qui, seduta al tavolo della cucina dei miei genitori, a Foggia, in Puglia!

green-rebi-moodboard-week-end-plans

Dunque, i punti salienti di questo weekend lungo all’insegna della tradizione sono:

  • la preparazione e successiva mangiata del “grano cotto” o “grano dei morti”, un dolce tipico buonissimo che si prepara mescolando il grano cotto appunto (o il farro nella mia famiglia) con pezzetti di cioccolato fondente, chicchi di melagrana, noci e vin cotto… una delizia che si mangia a cucchiaiate direttamente dalla ciotola, oppure in graziose ciotoline se siete più raffinati! 😉
  • la “calza dei morti” ovvero il momento più bello dell’anno per noi abitanti della Capitana. Dovete sapere che nella notte tra l’1 e il 2 novembre gli avi della propria famiglia hanno il permesso di fare una bella passeggiata nel mondo dei vivi, andando a trovare i propri cari. Mia nonna, ad esempio, preparava la tavola con cibo e acqua per i propri cari defunti, per dar loro il benvenuto ma soprattutto ristoro dopo il lungo il viaggio. Ma cosa c’entra la calza dei morti? Ebbene prima di andare a dormire tutti i bimbi e tutte le bimbe appendevano e ancora appendono una calza vuota al proprio letto e poi si infilano sotto le coperte per la nanna: al loro risveglio la calza è piena di dolcini se sono stati buoni e di carbone se sono stati cattivi. Ovviamente la tradizione è cambiata un pochino da quando erano piccoli i miei nonni, che invece di kinder bueno e kinder cereali ricevevano mandarini, castagne e frutta secca. Inutile dirvi che anche se ormai non sono più una bambina io la calza dei morti la voglio lo stesso! Quindi ho già pronta la mia calzetta, fatta da mia madre quando avrò avuto più o meno 5 anni, lavorata ai ferri con lana rossa e bianca. Ormai è quasi trasparente ma io la adoro!
  • il giro in cimitero, usanza comune in tutta Italia, con mamma, papà e zia per visitare le tombe dei propri defunti. Potrà sembrare macabro ma io ho sempre adorato andare al cimitero con mio padre e mia zia… non mi stancherò mai di ascoltare le storie dei miei bis nonni, dei cugini alla lontana, degli amici e delle loro avventure.
  • continuerò a guardare con mia sorella mille puntate al giorno di un telefilm che ho scoperto da poco ma che è super vecchio e sono sicura che tutti voi conoscete: that ’70s show! Ormai sono alla quarta serie, quindi a metà!
  • andrò alla mostra fotografica di Giuliana Mariniello,
  • continuerò la disperata ricerca di una giacca stile Barbour  perché quella originale costa più di 400 euro…
  • continuerò anche la selezione dei colori e dei maglioni per arrivare ad avere il mio guardaroba minimalista o capsula, un nuovo buon proposito che spero di riuscire a mettere in pratica il prima possibile!

Spero che anche per voi sia un super week end! A lunedì con la ricetta del grano dei morti! 

Annunci

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...