Cose da fare sul divano durante le vacanze di Natale // 2 illustratrici e un illustratore da scoprire

Eccoci arrivati all’ultimo lunedì prima delle vacanze! Emozionati? Io non ci posso credere che sia quasi finito quest’anno, in pratica è volato. 🙂

Continua la rubrica delle “cose da fare sul divano” e oggi voglio presentarvi le mie due illustratrici preferite e il mio illustratore preferito del 2016 con la speranza che possiate perdervi nei loro disegni e tornare un po’ bambini, in fondo per me il Natale è proprio questo! ♥

Annunci

Trovare la playlist del 2009 e sentirsi un po’ grandi (per non dire vecchi)

Arriva per tutti il momento di sistemare in casa o in camera, soprattutto quando sei alla ricerca di cavetti sperduti della macchina fotografica e quindi è quasi matematico ritrovarsi invischiati in scatole piene di ricordi. Io ieri mattina ho trovato il mio vecchissimo lettore mp3, di un rosa barbie che mi piace ancora tanto con addirittura il cavetto per caricare la batteria e, meraviglia delle meraviglie, attaccato al pc si è riacceso! Con tanto di cartellina con dentro i brani che, dalla data delle ultime modifiche, risalgono all’estate del 2009… ben 7 anni fa! E niente, alcune canzoni non le sentivo da allora ed è stato un tuffo nel passato, ad un’altra vita, un’altra città, con altri amici… Ah, il potere della musica.

Cose da fare sul divano durante le vacanze di Natale // 5 telefilm da rivedere, cominciare (e finire?)!

Una delle mie passioni degli ultimi anni sono i telefilm, ne guardo davvero tanti e spesso questo si ritorce sul tempo che dedico alla lettura. La sera ormai preferisco buttarmi nel letto e accedere a Netflix piuttosto che aprire un bel libro. Di telefilm belli, divertenti, drammatici ce ne sono un’infinità, e io ho deciso di consigliarvi questi 5, tutti scoperti nel corso del 2016. Spero vi piacciano! 😉

Cose da fare sul divano durante le vacanze di Natale // 5 blog di cui appassionarsi

Siete pronti mentalmente alle vacanze di Natale? Io, come ogni anno, mi rendo conto dell’arrivo del 23 dicembre solo 9 o 10 giorni prima… quando realizzo che ho rimandato alcune faccende importanti e mi ritrovo a correre come una pazza per le spese utili (vedi croccantini e scatolette per il povero Gipi, collant caldi ma anche carini da indossare con disinvoltura sotto i vestitini che fanno molto festività) a scrivere relazioni per lavori ormai finiti che ti piombano addosso all’improvviso quando invece pensavi di aver chiuso definitivamente, a finire il corso sulla sicurezza sul lavoro e il relativo esame che ho il 22 dicembre (lo ammetto, ho paura di essere bocciata!), a scegliere cosa portare nel viaggio in Giappone (perché ho poco spazio a disposizione) e fare una lavatrice di tutto e capire come vestirmi nel frattempo perché non ho così tanti vestiti a disposizione e quindi quello che porto in Giappone non lo posso più mettere nei restanti 7 giorni di vita lavorativa e sociale, ma dovrei infilarlo in valigia! Insomma, gli ultimi giorni sono pieni di dubbi esistenziali sulla valigia e ultime scadenze lavorative.

Lavorare da casa: spunti dal web per creare il proprio angolino produttivo

Lavorare da casa può avere un sacco di lati negati, anche se secondo me sono di più le caratteristiche positive, a meno che non abbiate la fortuna di lavorare e dividere l’ufficio con le vostre amiche più care, in quel caso ritiro la prima affermazione: non c’è nulla di più bello del lavorare con gli amici! E lo dico con cognizione di causa. Ho la fortuna di condividere un ufficio (da ben due anni) con le mie amiche più care di Trento e quella stanza è diventata in pratica come una succursale di casa mia: un rifugio nel caos più totale. E la produttività è altissima, proprio perché l’ambiente è sereno. Attualmente anche se mi divido tra due uffici, quello del cuore e il nuovo che ancora non conosco bene, mi ritrovo lo stesso a dover lavorare da casa.