Taking Stock // 31 Ottobre 2017

*scritto durante gli ultimi giorni di ottobre.

Doing: tralasciando il lavoro che ultimamente mi sta lasciando abbastanza tempo libero (per la prima volta mi ritrovo a lavorare ad un progetto solo e non a 3 contemporaneamente), il tempo degli ultimi giorni è trascorso tra la sistemazione della casa, le uscite alla scoperta dei luoghi di Modena e la preparazione di alcune ricette. Il trasloco è stato più lungo e difficoltoso di quanto immaginavamo, abbiamo ancora scatole piene di roba e non sappiamo dove metterle! Ma poco alla volta questa piccola casina sui tetti di Modena si sta delineando, regalandoci dei momenti sereni e rilassati.

Annunci

I piani del weekend 27-10/29-10

Dopo mesi e giorni di silenzio sul blog, eccomi di nuovo qui. Ormai i post sono sempre più distanziati nel tempo, non perché non abbia più nulla da scrivere, ma semplicemente perché a volte mi sembra tutto troppo difficile, anche solo prendere in mano la macchina fotografica. Però mi manca questo spazio.

Taking Stock // 20 luglio 2017

Doing: dall’ultimo post di questa serie sono passati 4 mesi… in pratica il tempo mi è sfuggito dalle mani e non mi sono resa conto di aver completamente abbandonato il blog, tutta presa dai cambiamenti dell’ultimo periodo, fino a quando un paio di amici non mi hanno chiesto: “scusa ma il blog? non lo aggiorni più?”. E io non sapevo che rispondere, perché se da un lato adoro avere questo posticino tutto mio dove scrivere e raccontare quello che mi pare, dall’altro, come tutte le cose che mi piacciono, tendo a metterlo da parte ogni qual volta la vita “vera” richiede le mie attenzioni esclusive. Ma non bisogna cedere alla serietà e alla routine, e quindi eccomi di nuovo qui, a scrivere!

Taking Stock // 28 marzo 2017

Doing: yoga, tanto tanto tanto yoga! Posso affermare con certezza di essere ormai una drogata di asana! 🙂 E poi lunghe passeggiate di ritorno dall’ufficio per respirare l’aria calda e prendere quanto più sole possibile! E mille lavori contemporaneamente che il mio cervello non riesce più a distinguere… in pratica ho un minestrone nella testa e tanta voglia di dormire per 3 giorni di fila. Sarà la primavera?

Cose da fare sul divano durante le vacanze di Natale // 2 illustratrici e un illustratore da scoprire

Eccoci arrivati all’ultimo lunedì prima delle vacanze! Emozionati? Io non ci posso credere che sia quasi finito quest’anno, in pratica è volato. 🙂

Continua la rubrica delle “cose da fare sul divano” e oggi voglio presentarvi le mie due illustratrici preferite e il mio illustratore preferito del 2016 con la speranza che possiate perdervi nei loro disegni e tornare un po’ bambini, in fondo per me il Natale è proprio questo! ♥

Trovare la playlist del 2009 e sentirsi un po’ grandi (per non dire vecchi)

Arriva per tutti il momento di sistemare in casa o in camera, soprattutto quando sei alla ricerca di cavetti sperduti della macchina fotografica e quindi è quasi matematico ritrovarsi invischiati in scatole piene di ricordi. Io ieri mattina ho trovato il mio vecchissimo lettore mp3, di un rosa barbie che mi piace ancora tanto con addirittura il cavetto per caricare la batteria e, meraviglia delle meraviglie, attaccato al pc si è riacceso! Con tanto di cartellina con dentro i brani che, dalla data delle ultime modifiche, risalgono all’estate del 2009… ben 7 anni fa! E niente, alcune canzoni non le sentivo da allora ed è stato un tuffo nel passato, ad un’altra vita, un’altra città, con altri amici… Ah, il potere della musica.

Cose da fare sul divano durante le vacanze di Natale // 5 telefilm da rivedere, cominciare (e finire?)!

Una delle mie passioni degli ultimi anni sono i telefilm, ne guardo davvero tanti e spesso questo si ritorce sul tempo che dedico alla lettura. La sera ormai preferisco buttarmi nel letto e accedere a Netflix piuttosto che aprire un bel libro. Di telefilm belli, divertenti, drammatici ce ne sono un’infinità, e io ho deciso di consigliarvi questi 5, tutti scoperti nel corso del 2016. Spero vi piacciano! 😉

Cose da fare sul divano durante le vacanze di Natale // 5 blog di cui appassionarsi

Siete pronti mentalmente alle vacanze di Natale? Io, come ogni anno, mi rendo conto dell’arrivo del 23 dicembre solo 9 o 10 giorni prima… quando realizzo che ho rimandato alcune faccende importanti e mi ritrovo a correre come una pazza per le spese utili (vedi croccantini e scatolette per il povero Gipi, collant caldi ma anche carini da indossare con disinvoltura sotto i vestitini che fanno molto festività) a scrivere relazioni per lavori ormai finiti che ti piombano addosso all’improvviso quando invece pensavi di aver chiuso definitivamente, a finire il corso sulla sicurezza sul lavoro e il relativo esame che ho il 22 dicembre (lo ammetto, ho paura di essere bocciata!), a scegliere cosa portare nel viaggio in Giappone (perché ho poco spazio a disposizione) e fare una lavatrice di tutto e capire come vestirmi nel frattempo perché non ho così tanti vestiti a disposizione e quindi quello che porto in Giappone non lo posso più mettere nei restanti 7 giorni di vita lavorativa e sociale, ma dovrei infilarlo in valigia! Insomma, gli ultimi giorni sono pieni di dubbi esistenziali sulla valigia e ultime scadenze lavorative.

Lavorare da casa: spunti dal web per creare il proprio angolino produttivo

Lavorare da casa può avere un sacco di lati negati, anche se secondo me sono di più le caratteristiche positive, a meno che non abbiate la fortuna di lavorare e dividere l’ufficio con le vostre amiche più care, in quel caso ritiro la prima affermazione: non c’è nulla di più bello del lavorare con gli amici! E lo dico con cognizione di causa. Ho la fortuna di condividere un ufficio (da ben due anni) con le mie amiche più care di Trento e quella stanza è diventata in pratica come una succursale di casa mia: un rifugio nel caos più totale. E la produttività è altissima, proprio perché l’ambiente è sereno. Attualmente anche se mi divido tra due uffici, quello del cuore e il nuovo che ancora non conosco bene, mi ritrovo lo stesso a dover lavorare da casa.

Taking Stock di Novembre

screen-shot-2016-10-25-at-9-12-25-am

Da poco ho scoperto un blog beeeellissimo dove, da ormai un paio di giorni, passo intere ore (quelle notturne) a leggere tutto quello che c’è scritto e a guardare i post su Instagram dell’autrice. La blogger in questione (Pip) pubblica anche una serie di post dal titolo “Taking Stock”, inventario in italiano, dove riassume tutto quello che ha visto, mangiato, ascoltato durante il mese (ci sono un sacco di cose very inspiring) e invita i suoi lettori a fare lo stesso. E ovviamente io ho deciso di farlo, cambiando giusto qualcosina! 😉

What a vegetarian eats (in a week) #3

Sono riuscita ad arrivare alla terza settimana della rubrica dedicata a cosa mangia un vegetariano, cosa per me non del tutto scontata, visto che non sono affatto una persona costante!

La scoperta più interessante della settimana è stata la bevanda al Tè Kombucha, che abbiamo bevuto durante il fine settimana. Ci è piaciuta così tanto che torneremo a riprenderla! Ho continuato con gli esperimenti con il sushi e sono sempre più convinta che alla fine riuscirò a fare un pesto di cavolo nero che mi soddisfi del tutto.

I piani del weekend 18/11 – 20/11

Finalmente è venerdì! Questa settimana è volata alla velocità della luce, forse perché i primi giorni sono serviti a riadattarmi al ritmo della vita trentina (si torna a fare la spesa, la lavatrice…), fa sempre più freddo e i primi addobbi natalizi mi ricordano che Natale è alle porte e la cosa mi mette un po’ d’ansia!

What a vegetarian eats (in a week) #2

Ed eccomi qui, con il secondo post dedicato a quello che mangia un vegetariano (o almeno a quello che mangio io) durante la settimana.

Sono stati 7 giorni diversissimi dai primi, tutto si è svolto in tre città diverse: sono partita da Foggia, mi sono fermata a Modena dal mio ragazzo per poi proseguire il cammino verso Trento durante il fine settimana. Ovviamente anche il cibo ne ha risentito: mentre a casa dei miei abbondavano dolci, pizza e pasta, dal mio ragazzo a pranzo ho sempre mangiato da sola e la sera non avevo praticamente mai fame! Insomma è chiaro che la tristezza vada ad influire sulla quantità di cibo che mangio! Capita anche a voi?

I piani del weekend 4/11 – 6/11

Questo sarà un fine settimana all’insegna della felicità mista alla tristezza. Se da un lato dopo anni di assenza riesco ad essere insieme alla mia mamma per il suo compleanno (esattamente il 6 novembre) e quindi vai di coccole, regali e torte… Dall’altro questo è anche il mio ultimo week end in Puglia, lunedì torno a Trento e con il rientro ricomincia anche la solita routine… Quindi domenica sera sentirò (già lo so) la tipica depressione da fine vacanza! Allora ecco i piani degli ultimi giorni a Foggia:

I piani del week end 29/10 – 2/11

Il periodo dell’anno che va dal 29 ottobre al 2 novembre è in assoluto il mio preferito e questo per un motivo ben preciso: si tratta del ponte della festa dei morti (come diciamo noi in Puglia), una festività molto sentita e festeggiata, per quanto i non nativi del posto possano trovarla macabra e poco gioiosa. Da diversi anni non riesco mai ad essere a casa dei miei per una serie di sfortunati eventi, ma quest’anno la congiunzione astrale è stata a me favorevole e quindi eccomi qui, seduta al tavolo della cucina dei miei genitori, a Foggia, in Puglia!